Progettazione educativo didattica

Nasce con la motivazione di guidare il bambino alla scoperta dell’ambiente che lo circonda nella prospettiva di “porre le fondamenta di una abito democratico, eticamente orientato, aperto al futuro e rispettoso del rapporto uomo-natura”.
L’educazione all’ambiente fin dalla scuola dell’infanzia è riconosciuta attività essenziale in quanto mira a formare coloro che saranno i futuri cittadini consapevoli del valore dell’ambiente e della necessità di salvaguardarlo. Attraverso l’esplorazione della realtà che lo circonda (casa-scuola-territorio) il bambino acquisisce conoscenze sempre più ampie.

Programmazione r

In tale ottica la scuola dell'infanzia si presenta come un ambiente capace di accogliere le diversità e di promuovere le potenzialità di tutti i bambini, che fra i tre e i sei anni esprimono una grande ricchezza di bisogni ed emozioni; sono pronti ad incontrare e sperimentare nuovi linguaggi e pongono a se stessi, ai coetanei e agli adulti domande impegnative e inattese. La nostra scuola mette al centro la persona nella sua integralità e dinamicità, in sintonia con la visione antropologica cristiana.

<< Laudato si', mi' Signore >> cantava San Francesco d' Assisi. In questo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è anche come una sorella, con la quale condividiamo l'esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia... [Papa Francesco, Laudato si', pag.27].
Da queste parole di Papa Francesco prende avvio il nostro percorso per questo anno scolastico; il nostro intento è quello di avvicinare i bambini, fin da piccoli, alla natura, ai suoi ritmi, ai suoi tempi, alle sue manifestazioni, cercando di consegnare loro un ambiente da esplorare, conoscere, rispettare ed amare.
Nonostante ci si trovi di fronte ad una sfida educativa, il nostro obiettivo, attraverso un approccio esperienziale, è quello di arricchire il campo conoscitivo del bambino, avvicinandolo al mondo reale con un atteggiamento curioso, creativo, di ricerca e di cura.

Le insegnanti, attraverso una pedagogia attiva, organizzano un ambiente di apprendimento in cui il bambino si senta riconosciuto, sostenuto e valorizzato offrendo un contesto di relazione, di cura, di apprendimento.

Il punto di partenza della metodologia è l’esperienza diretta del bambino; il fare per scoprire. In quest’ottica si programmano attività di tinkering: un modo per sviluppare e potenziare la curiosità, l’inventiva, l’improvvisazione, l’autostima, la responsabilità, la capacità di concentrazione e la collaborazione.
Usare oggetti di recupero trasformandoli stimola nei bambini la creatività e l’originalità, rafforza la comunicazione e attiva il problem solving.

 

ico pdf
Progettazione educativo didattica 2020-21

Questo sito utilizza i cookies per rendere possibile il corretto funzionamento del sito web. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookies.